Consiglio IMU sui terreni: Approvata la proposta, ma….

vittoriaDopo la manifestazione della settimana scorsa, ha avuto luogo il consiglio comunale come previsto.
La nostra proposta , presentata il giorno della manifestazione, è stata oggetto di ispirazione per quelle degli altri partiti. L’incontro ha prodotto una deliberazione approvata all’unanimità dei presenti, che hanno sostanzialmente recepito la proposta a 5 stelle.

  • Si è infatti deciso di raggiungere l’obiettivo dell’esenzione totale facendo leva sulla nostra zona, svantaggiata e semi-montana, per essere riconosciuti come territorio montano;
  • ottenere una revisione dei criteri delle caratterizzazioni dei comuni e un ricorso al TAR contro il decreto-legge;
  • in via parallela si intraprenderà un percorso comune con le città limitrofe per rivendicare un trattamento fiscale di maggior favore in virtù della marginalità produttiva del nostro territorio.

Purtroppo,  i nostri braccianti agricoli  sono stati maltrattati dai consiglieri: infatti NON è stata accolta la nostra proposta per la disapplicazione delle sanzioni in caso di mancato o omesso versamento dell’IMU sui terreni agricoli perché, a detta del sindaco, il funzionario per le imposte avrebbe riferito che, trattandosi di deroga ad una legge fiscale, sarebbe illegittima.

Ovviamente, siamo soddisfatti per le richieste accolte, ma formalizziamo vibrata protesta per la sordità e pretestuosità dimostrata dall’amministrazione per il rigetto sulle sanzioni, la cui disapplicazione, come nel caso in questione, è espressamente consentita dallo statuto del contribuente Art. 10 comma 3 secondo il quale, quando c’è confusione sull’applicazione di una norma tributaria, tale da destabilizzare il comportamento del contribuente, non si applica alcuna sanzione.

Non potevano mancare neanche le assurdità!

La nostra proposta, basata sulla leva dei nostri parlamentari per  presentare un emendamento,  e far sentire la voce del popolo è stata rilanciata e condivisa  da:

  • Forza Minervino, che parlamentari di riferimento non ha;
  • dal sindaco, il cui partito (PD) ha imposto l’IMU ai braccianti;
  • Sciolta Scelta Civica che  è entrata a far parte del PD;
  • NCD che è al governo;
  • Forza Italia che ne è la stampella del Governo.

Siamo, quindi, gli unici a poterci far carico di  coinvolgere i parlamentari per risolvere questo problema che sta demolendo la colonna portante dell’economia minervinese: l’agricoltura.
A breve il nostro rappresentante in parlamento, Giuseppe D’Ambrosio tornerà a Minervino a parlarci anche di quel che può fare insieme ai Gruppi di Camera e Senato della Repubblica per tutelarci e porre fine a questa grave ingiustizia perpetrata ai danni dei più deboli.

L’onestà andrà di moda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...